I Libri

Non solo commedie, film, ma anche libri.

Nella Compagnia di Monsanto si può trovare di tutto!!

DAL GRUPPO CREATO SU FACEBOOK NASCE UN LIBRO PIENO DI RICORDI ED EMOZIONI CHE RACCONTANO DI PERSONE, LUOGHI E MISTERI DI MONSANTO

SEI DI MONSANTO SE…

alcune frasi prese dal libro:

sei di Monsanto se… hai visto tricche sporgersi dal biliardo per un rinterzo!

sei di Monsanto se… Se hai visto nel piazzale della chiesa le macchine dei cacciatori il primo giorno di caccia …..con sopra tutti gli animali presi ….ed erano tanti!!!

sei di Monsanto se… ti ricordi Giorgio e la signorina Anna a passeggio e lei con l’ombrello per il sole. …….(quando c’era ovviamente! !!!!!)

sei di Monsanto se… almeno una volta hai sentito la leggenda della Torre del Chito!

sei di Monsanto se… dopo anni di processioni del venerdì santo, sei pronto a dare una interpretazione canora di: Mio barbaro cuor (in 3 voci), Gesù mio con dure funi (tutte e 18 le strofe), Evviva la croce (in italiano, latino e sanscrito)

Ed ecco qua un assaggio del libro di Carolina Sardelli: SE TU SAPESSI…

un libro di memorie e racconti narrati dagli abitanti di Monsanto e riportati su carta per dar vita ad un libro da leggere tutto d’un fiato.

scritto da: Carolina Sardelli

hanno collaborato per i capitoli “La vita nei campi” e “Arti e mestieri”: Laura Lazzerini ed Elisabetta Forconi

impaginazione e grafica: Elisabetta Messini e Paolo Lazzerini

introduzione dell’autrice: “L‘idea di scrivere questo libro scaturisce dalla volontà di noi giovani di Monsanto di rendere indelebili, ponendo su carta stampata, quei ricordi, quelle storie, quegli aneddoti che tante volte abbiamo sentito raccontare nelle sere trascorse sotto l’alloro davanti al piazzale della Chiesa. Racconti di vita vissuta che ci hanno commosso, ci hanno divertiti, ci hanno appassionato… e proprio per questo non possiamo permettere che svaniscano nel nulla; non possiamo permetter che il passare degli anni renda flebili i lineamenti di quelle memorie che poco prima erano così ben delineati.

“Se tu sapessi…” non è un testo di novelle, così come non vuol essere una mera e fredda (raccolta) storiografica.

“Se tu sapessi…” è una raccolta di testimonianze, è un puzzle di eventi vissuti sulla pelle di persone in carne ed ossa. Quando mi è stato proposto di scrivere il libro ero terrorizzata, in fondo sono solo una ragazza di 20 anni senza alcuna esperienza, col sogno di poter fare un giorno la giornalista… ciò che più mi spaventava era il non essere in grado di riportare al meglio le testimonianze che mi venivano rilasciate. Mi sono messa alla prova e adesso che sono giunta a porre gli ultimi ritocchi a questo testo, mi rendo conto di quanto ne sia valsa la pena.

Il libro  segue i temi più svariati: da quelli più leggeri e divertenti a quelli seri e toccanti… durante tutte le interviste ho lasciato carta bianca a colui che avevo di fronte, mi poteva raccontare tutto ciò che gli passava per la testa, con un unico limite: tutto doveva ruotare intorno a Monsanto!! Ed eccomi arrivata a delineare il vero obbiettivo di “Se tu sapessi…”: utilizzare i ricordi per dipingere un quadro raffigurante la Monsanto del passato. Riscoprire usi, costumi, avvenimenti, personaggi che hanno contraddistinto e reso unico questo piccolo ma incredibilmente vivo paesino. La difficoltà più grande che ho trovato nel redigere questo libro è stata il riportare con carta e penna non tanto i ricordi quanto i sentimenti di coloro che mi narravano. Le pause, i silenzi, gli occhi bagnati da lacrime di gioia o di tristezza… come potevo trascriverle?  Ho lavorato per tentare di umanizzare questi racconti… caricarli di emozioni e sentimenti!! Adesso il mio desiderio più grande è che tu lettore ti commuova ti emozioni, ti diverta a leggere ciò che è qui riportato come ho fatto io quando ho ascoltato le storie di coloro che sono i reali autori di questo libro!!

RINGRAZIO TUTTI VOI, che vi siete lasciati intervistare…

Voi che mi avete accolto nelle vostre case aprendomi le vostre menti e i vostri cuori…

Voi che mi avete commosso…

Voi che mi avete fatto ridere a crepapelle…

Voi che mi avete insegnato quanto sia importante guardare al passato per vivere meglio il futuro….

Voi che mi avete fatto conoscere ed amare ancor più Monsanto….

Voi  che vi siete affidati nelle mie mani permettendomi di entrare in punta di piedi in un mondo in bianco e nero nel quale mi sono persa e appassionata…

GRAZIE!!!!

Intervista di Carolina a RadioRosa – Dicembre 2011